Home
 
Online il nuovo sito www.segantiniearco.it
Consultabili tutte le risorse del progetto "Segantini e Arco"
11-05-2017

Screenshot dal sito www.segantiniearco.it

Il nuovo sito www.segantiniearco.it racchiude tutte le risorse e potenzialità del progetto Segantini e Arco di MAG e Mart, nel quale confluiscono sia un allestimento museale alla Galleria Civica G. Segantini che un articolato programma di ricerca. Entrambi valorizzano la città di Arco quale luogo segantiniano e sviluppano una rete di studi e relazioni con le istituzioni e gli esperti di Segantini nel mondo.

Il sito offre molte risorse per capire Segantini e il suo tempo, come le collezioni della Galleria Civica G. Segantini, con dipinti dell’artista e di suoi contemporanei quali Andrea Malfatti, Eugenio Prati e Vittore Grubicy, e le mostre, che presentano ogni anno approfondimenti su tematiche segantiniane.
Contestualmente, è possibile consultare online i dati della Segantini Map, installazione interattiva multi-touch che negli spazi della Galleria permette di vedere su grandi schermi le immagini di tutte le opere di Segantini conservate nei musei pubblici internazionali, così come i Segantini Doc, che offrono uno zoom inedito sui diari e la corrispondenza del grande pittore, su pubblicazioni, riproduzioni e fotografie storiche.
Dato che il progetto Segantini e Arco possiede anche un’importante dimensione editoriale, nel sito sono messe a disposizione risorse di qualità a studiosi e amanti dell’arte, quali i cataloghi delle mostre, le pubblicazioni di ricerche studi, tra cui la prima edizione italiana della biografia di riferimento di Segantini, scritta nel 1902 da Franz Servaes: sono infatti disponibili nel sito, per la lettura online, i testi integrali dei volumi pubblicati in seno al progetto Segantini e Arco.
La sezione Su Giovanni Segantini è infine dedicata a una selezione di approfondimenti di vario genere che indagano la figura di Segantini e che incrociano gli interessi del centro espositivo e di ricerca arcense, come ad esempio il film di Roberta Bonazza, Francesco Fei e Federica Masin Segantini, ritorno alla natura, di cui è visibile in Galleria una versione realizzata ad hoc per il MAG.