Home
 
Comunicato stampa
Echi d’Ottocento
Fatti, figure e suoni di un secolo sul Garda
09-11-2011
Un cartellone di iniziative che si caratterizza per la suggestione in grado di affascinare un ampio pubblico, unita ai modi della ricerca scientifica; un’immersione nell’attualità culturale dell’Ottocento che consente di riscoprire un secolo ricco e multiforme che diffusi preconcetti impediscono tuttora di apprezzare appieno; un progetto che inoltre riesce a mettere in dialogo istituzioni del territorio, con l'esito di coordinare forze e risorse, traducendole in risultati tangibili e duraturi, a tutto vantaggio della vita culturale della comunità.
+

«Echi d’Ottocento» – che ripete la felice esperienza della collaborazione tra il Museo Alto Garda e il Conservatorio «Bonporti», già avviata nel maggio 2010 con la mostra «Fiamma d’Amore. Andrea Maffei e la romanza da camera» – dà continuità ad un originale filone di iniziative che prende spunto dalla presenza nel territorio di una notevole ricchezza di documenti, fondi privati e lasciti che se da una parte testimonia la vivacità della vita culturale locale in varie discipline – tra le quali la musica occupa un posto di rilievo – dall'altra richiede un’opportuna, auspicabile e promettente valorizzazione.

«Echi d’Ottocento» si caratterizza principalmente per il carattere di ricerca delle iniziative che non sono – si noti bene – solo musicali. Il là è compito di Marta Marri Tonelli il cui interessante contributo – un lavoro storico dal tema «Quando la letteratura incontra il Risorgimento – Andrea Maffei e le spoglie di Ugo Foscolo», in programma venerdì 11 novembre – è il segno della volontà di estendere in futuro il campo d’indagine.

I temi risorgimentali, doverosi nell’anno delle celebrazioni unitarie, sono affrontati da proposte originali che fuggono i luoghi comuni: ecco quindi che il primo dei concerti (domenica 13 novembre) dal tema «1861 – Fatta l’Italia, cantiamo in italiano», ideato dalla musicologa Carlida Steffan, pone l’accento sulle diversità, evidenti nelle produzioni musicali da salotto nei vari dialetti della penisola dell’Italia pre-unitaria. Ospite d’onore il celebre soprano russo Raina Kabaivanska.

Temi «unitari» anche nello spettacolo di giovedì 17 novembre in un programma storico e moderno al tempo stesso: «I Garibaldini» tratta della narrazione di un triplo viaggio: quello dei Mille, quello che Alexandre Dumas intraprese su un’altra nave al seguito di Garibaldi per narrarne le gesta, e quello del narratore che si trova su un treno ai nostri giorni che lo porta da nord a sud mentre legge il resoconto di Dumas. Le musiche originali sono composte da Andrea Nicolini e Fabrizio Giudice, interpreti al flauto, alla fisarmonica e alla chitarra insieme al narratore Gianluca Nicolini.

Domenica 20 novembre protagonista è la ricerca: una riscoperta a cura del pianista Corrado Ruzza di un compositore sconosciuto ai più, ma che con Riva del Garda ebbe un legame molto stretto, Cesare Dominiceti. Nel concerto introdotto da Antonio Carlini, che diventerà prossimamente un cd per la Tactus Records, saranno presentate ariette da camera provenienti dal fondo De’ Lutti, alcune ritrovate in copia unica manoscritta, su testi dell’allieva prediletta di Maffei, Francesca De’ Lutti. Interprete il mezzosoprano Maria Jose Lo Monaco.

La presentazione del 25 novembre darà spazio alle novità editoriali del Conservatorio attraverso un lavoro iniziato cinque anni fa da uno dei docenti di allora, il chitarrista Fabio Renato d’Ettorre, che alla luce delle celebrazioni acquista un rinnovato interesse. Si tratta infatti di una ricerca sulla figura di Giuseppe Mazzini e dei suoi rapporti col mondo musicale del tempo, colto attraverso i suoi scritti teorici e i contatti che ebbe con importanti personalità musicali coeve, ma anche riscoprendo i repertori da lui prediletti (Mazzini fu anche chitarrista amatore). Il tutto sfocia ora in un volume pubblicato dalla LIM Libreria Musicale Italiana, corredato da un’incisione discografica interpretata e realizzata interamente da docenti del Conservatorio.

Ultimo degli appuntamenti in cartellone è un grande concerto che vede protagonisti i cori (del Liceo Musicale convenzionato e delle sedi di Trento e Riva) e l’orchestra del Conservatorio «Bonporti» diretta da Julian Lombana, in un programma che mette a confronto il meglio dell’Opera italiana (Verdi, Mascagni e Rossini) con il romanticismo di Tchaikovsky. Quale miglior conclusione, in fondo, per riaffermare la specificità dell’estetica italiana dell’Ottocento e per ricordare a noi stessi la poliedricità di un secolo che ci chiede oggi, con sempre maggior forza, una valutazione moderna e illuminata, e che ci rende in cambio pagine di arte e di storia di grande levatura che sono all’origine della nostra identità culturale.


IL PROGRAMMA

venerdì 11 novembre 2011, ore 18 Museo Riva del Garda Quando la letteratura incontra il Risorgimento. Andrea Maffei e le spoglie di Ugo Foscolo Marta Marri Tonelli Presentazione del volume con interventi dell’autrice, Fabrizio Rasera e Mauro Grazioli. In collaborazione con «Il Sommolago» nell’ambito di «Pagine del Garda», XIX Mostra del libro. Rassegna dell’Editoria gardesana.

domenica 13 novembre 2011, ore 16 Museo Riva del Garda 1861. Fatta l’Italia, cantiamo in italiano.Romanze, arie e inni da salotto a cura di Carlida Steffan Chiara Fiorani, Brigitte Canins, soprano Gianluca Bocchino, tenore Daniel Stefanow, baritono Mario Notaristefano, flauto Paolo Andreoli, pianoforte Ospite d’onore: Raina Kabaivanska, soprano

giovedì 17 novembre 2011, ore 18 Museo Riva del Garda I garibaldini Concerto spettacolo di Andrea Nicolini, da Alexandre Dumas Musiche originali di Andrea Nicolini e Fabrizio Giudice Andrea Nicolini, fisarmonica Gianluca Nicolini, flauto Fabrizio Giudice, chitarra

domenica 20 novembre 2011, ore 16 Museo Riva del Garda Le arie da camera di Cesare Dominiceti su testi di Francesca De’ Lutti Progetto di ricerca di Corrado Ruzza sul fondo de Lutti di Riva del Garda Introduzione di Antonio Carlini Maria Jose Lo Monaco, mezzosoprano Corrado Ruzza, pianoforte

venerdì 25 novembre 2011, ore 18 Museo Riva del Garda Mazzini pensatore, umanista, musicista amatore Progetto di Fabio Renato d’Ettorre Presentazione del volume e del CD prodotti dal Conservatorio «Bonporti» Interventi di Fabio Renato d’Ettorre e Franco Ballardini Fabio Renato d’Ettorre, chitarra Piero Maestri, flauto Daniel Demirci, violino Nicola Fadanelli, viola Giovanna Trentini, violoncello

domenica 27 novembre 2011, ore 16 Casinò Municipale, Arco Concerto dell’orchestra e dei cori del Conservatorio «Bonporti» Julian Lombana, direttore Lorenzo Donati, Cecilia Vettorazzi e Paolo De Zen, maestri del coro Programma di sinfonie e cori d’opera


INFORMAZIONI

Museo di Riva del Garda piazza Cesare Battisti, 3/a 38066 Riva del Garda T +39 0464 573869 Riva del Garda, 9

novembre 2011
Uff.stampa