Home
 
Angoli e spigoli
Rassegna fotografica dell'associazione "Il Fotogramma"
MAG Riva del Garda, Museo
Fino al 24 febbraio 2017
+6

Ph Norma Todeschi

Angoli e Spigoli
Rassegna fotografica annuale dell'associazione "Il Fotogramma" di Nago-Torbole

4-24 febbraio 2017
Riva del Garda | Museo

Inaugurazione: sabato 4 febbraio 2017 ore 18.00

Ingresso gratuito alla mostra e agli eventi


Orari apertura mostra

lunedì-giovedì | 9.00-12.00, 14.00-16.30
venerdì 10, 17, 24 | 9.00-12.00
sabato 11, 18 | 10.00-18.00
domenica chiuso


Eventi

- Giovedì 9 febbraio | ore 20.30
Proiezione del film Se mi lasci ti cancello (Eternal Sunshine of the Spotless Mind), 2004
diretto da Michel Gondry, con Jim Carrey e Kate Winslet
In collaborazione con Centro culturale La Firma di Riva del Garda

- Sabato 18 febbraio | ore 14.30
Laboratorio Fotogiocando! 
Rivolto a bambini e bambine dai 6 agli 11 anni
Durata: 2 ore 1/2 circa
Prenotazioni: 0464.573869, info@museoaltogarda.it
Numero max: 15 partecipanti

 

Un tema azzardato, quello scelto per il 2017, dall'Associazione "Il Fotogramma" di Nago che, ancora una volta cerca di qualificare la propria azione fotografica con soluzione tematica inedita.
Certamente non nuova a queste prospettive di indagine, che trascendono i limiti previsti dalla semplice passione per la fotografia, l'associazione fotografica di Nago si pone, ancora un volta (ricordiamo i numerosi percorsi tematici condotte nei precedenti anni di attività), come snodo di riferimento per coloro che, amando questa disciplina, cercano di uscire dall'affrettato calcolo della prevedibilità, per dedicarsi ad un'azione di registrazione visiva che sia il frutto di una prospettiva condivisa, sia sotto il profilo concettuale, sia nella metodologica di analisi impiegata per registrare e selezionare le immagini.
Un lavoro intenso, durato quasi un anno, e che ha visto, con gli opportuni procedimenti di sintesi, la partecipazione di ben ventiquattro autori ed una rilevante presenza femminile, caratterizzata da instancabile entusiasmo e profonda sensibilità narrativa.
Anche in questo caso, come in quelli trascorsi con analoghe esperienze, la prassi sulla regia del progetto ha previsto che gli autori, in un processo di progressivo affinamento tematico, elaborassero le proprie ipotesi di racconto con una modalità autonoma, prevedendosi correzioni sotto il profilo semantico e calligrafico, aventi lo scopo di garantire la cifra di autorialità insita in ciascun lavoro e coerenza al tessuto espositivo.
La risultante di questo percorso, è quella di un quadro composito che rivela la forza delle idee di questo sodalizio e che lascia intravedere, per fortuna della fotografia, quale possa essere lo spazio destinabile ad un percorso di ricerca tematica.
Non è un caso che un’importante istituzione museale quale il MAG Museo Alto Garda, che qui si intende pubblicamente ringraziare, abbia accettato di esporre l’esito di questo percorso culturale.
Un importante indizio dei tempi. Soprattutto quelli a venire e che, con la fotografia sviluppata dal "Fotogramma", potranno essere utili alla collettività di questo territorio ed a tutti coloro che, interessandosi di ricerca visuale, troveranno in queste immagini più di un motivo di conforto.

Luca Chistè, gennaio 2017