Home
 

Comunicato stampa
25-05-2012
A conclusione dell'anno scolastico, circa 180 giovani studenti della scuola dell’obbligo, del liceo «Maffei» e dell’istituto «Floriani» illustrano il lavoro svolto assieme al Museo Alto Garda e in collaborazione con l’associazione culturale «Riccardo Pinter», nell'àmbito dei «Progetti su misura», ricerche svolte nelle scuole a partire da pubblicazioni, ricerche e mostre del MAG, il cui esito è una restituzione al pubblico e un prodotto (ricerca, video, pubblicazione) che rimarrà a disposizione di tutti. L'illustrazione dei lavori si svolge con un cartellone di incontri aperti al pubblico, dei quali il primo è martedì 29 maggio alle 14 nella Sezione Archeologica, nel laboratorio al terzo piano della Rocca, con la classe terza «A» della scuola primaria «Nino Pernici» (insegnante Patrizia Scolati, educatrice Jasmine Awudu, in collaborazione con la ditta Archeogeo Snc) e la ricerca dal titolo «Terra». La partecipazione è libera.
Comunicato stampa
21-05-2012
Dopo secoli d’oblio tornano le voci dei viandanti sulla «via ai monti di Riva», l’antica via di comunicazione da Riva del Garda a Bocca di Trat passando per Campi, un tempo l’unica strada per raggiungere la valle di Ledro, le valli lombarde e le Giudicarie, percorsa ogni giorno in particolare dalle donne di Campi che si recavano in piazza delle Erbe a Riva a vendere le loro poche cose. L’antica via, infatti, è la protagonista della nuova pubblicazione del Museo Alto Garda per la collana delle «Antiche strade dell’Alto Garda», come sempre in forma di guida escursionistica (corredata di un notevole apparato fotografico, in questo caso a cura del Fotogramma, Gruppo Fotoamatori di Nago) realizzata dal MAG e dall’associazione «Riccardo Pinter». Il progetto è ideato e coordinato da Monica Ronchini (MAG) con il sostegno della Provincia autonoma di Trento, assessorato alla cultura. La guida è in vendita nelle sedi MAG di Riva del Garda in Rocca e di Arco presso la galleria civica «Segantini» a Palazzo dei Panni. Informazioni: tel. 0464 573869, fax 0464 573868 (Rocca di Riva del Garda); tel. 0464 583653 (Palazzo dei Panni, Arco).
Comunicato stampa
17-05-2012
Lui, nei biglietti da visita, si presentava come «Umberto Maganzini Trilluci Intuista - Futurista»; dal 23 giugno al 2 settembre, in occasione del ritrovamento di più di mille suoi disegni inediti, il Museo Alto Garda propone nelle sedi di Palazzo dei Panni ad Arco e della Rocca a Riva del Garda una rivisitazione dell'opera di Maganzini (nato a Riva del Garda nel 1894 e morto a Firenze nel 1965), con una particolare attenzione alla scomposizione futurista e alla successiva rappresentazione figurativa del reale. La mostra è a cura di Giovanna Nicoletti. Info: MAG - Museo Alto Garda, piazza Cesare Battisti, Riva del Garda, tel. 0464 573869, web www.museoaltogarda.it.
Comunicato Stampa
16-05-2012
Per il quarto anno il Ministero per i Beni culturali e ambientali partecipa a «La Notte dei musei», l’evento europeo che apre gratuitamente le porte di musei e aree archeologiche in orario serale e notturno, permettendo un'insolita fruizione del patrimonio artistico italiano, specialmente a chi non riesce a farlo nei consueti orari di visita. Un’occasione unica anche per coinvolgere un pubblico più giovane e normalmente distante dal mondo della cultura. Il Museo Alto Garda per l'occasione è aperto sabato 19 maggio in orario serale dalle 19 alle 22.30 con ingresso libero; inoltre propone un appuntamento con i laboratori creativi di INvento, il museo a misura di bambino (dalle 15.30 alle 17; gradita la prenotazione), e il concerto del duo «Feste thoste» (dalle 20 alle 22). Informazioni al numero 0464 573869 o all'indirizzo e-mail museo@comune.rivadelgarda.tn.it.
Comunicato stampa
15-05-2012
Tornano ad essere conosciute, studiate e percorse le «Antiche strade dell'Alto Garda», nell'ambito del progetto di studio storico e naturalistico del paesaggio altogardesano svolto dal Museo Alto Garda partendo da un elemento di grande suggestione e d'altrettanto interesse scientifico: le antiche vie di comunicazione, oggi in parte scomparse o nascoste alla vista, non di rado lontane dalle attuali direttrici di traffico, ma ad un occhio attento ancora riconoscibili. E in grado di rivelare informazioni straordinarie. Dopo le tre prime pubblicazioni (risalenti alla fine del 2009) sulla vecchia Maza, sulla «Via occidentale» (da Tenno al Ballino) e sulla «Via al castello» (verso il Tennese), ecco «La via ai monti di Riva», da Riva del Garda a Bocca di Trat passando per Campi: un collegamento sicuramente molto antico, un tempo la strada alternativa al lago per raggiungere la valle di Ledro e le valli lombarde. La presentazione del volumetto, come sempre in forma di guida escursionistica con un notevole apparato fotografico (a cura del Fotogramma, Gruppo Fotoamatori di Nago), è venerdì 18 maggio alle 20.30 in Rocca; e domenica 20 maggio la passeggiata da via Lavino con l'associazione Riccardo Pinter, o con avvicinamento in pullman con la Sat di Riva del Garda (prenotazione entro giovedì 17 maggio telefonando ai numeri 339 5830064 oppure 0464 553322). Nella mattinata, inoltre, sono proposte la visita al sito di san Martino (a cura dell'Ufficio beni archeologici della PAT), la visita a Campi con i ragazzi della scuola «Scipio Sighele» e con il Gruppo Tutela e Valorizzazione di Campi, il concerto della Banda Liberi Falchi e il pranzo a cura della locale sezione degli Alpini. Il pomeriggio è dedicato invece al sentiero della Pinza, guidati dagli autori delle ricerche, dall’associazione Pinter, dal Fotogramma e dall'associazione Ars Venandi. Il progetto è ideato e coordinato da Monica Ronchini (MAG) con il sostegno della Provincia autonoma di Trento, assessorato alla cultura.
Comunicato stampa
11-05-2012
L’anno scorso è stata una sorpresa accolta da un notevole successo; e quest’anno il Servizio Attività Culturali Intercomunale di Arco e Riva del Garda in collaborazione con il Museo Alto Garda partecipa alla IX edizione di «Palazzi aperti» riproponendo la singolare accoppiata tra una «seria», autorevole storica, Maria Luisa Crosina, e uno scanzonato ma graffiante attore comico, Nicola Sordo. I quali domenica 13 maggio a Riva del Garda conducono un percorso guidato alla ri-scoperta degli edifici del potere al tempo del Principato vescovile, con incursioni e animazioni a sorpresa; due gruppi con partenza da piazza Tre Novembre alle 15 e alle 17 (durata della visita circa un'ora e mezza) e conclusione in Rocca con un momento di musica, letture e con un aperitivo «rustico» a cura del MAG. Informazioni: Altogarda Cultura, tel. 0464 573918 (sede di Riva del Garda). Tutte le proposte sono gratuite.
Comunicato stampa
11-05-2012
Declamazioni, improvvisazioni sonore e visive fanno rivivere il clima «elettrico» che pervase i teatri e le piazze di quel tempo: la Serata futurista è uno spettacolo d’intenso coinvolgimento emotivo. Rappresentata dal 1910-1914, ha una straordinaria importanza nello scenario futurista; è «il luogo dove si rappresenta e si consuma la lotta tra i vecchi pregiudizi e i nuovi ideali estetici. È il moderno psicodramma, l’evento liberatore di nuove, vitali energie». Non quindi solo una messa-in-scena dei programmi futuristi, ma parte fondamentale dello sviluppo della poesia e della ricerca teatrale che tanto avrebbe attinto poi (in tutte le avanguardie successive) a quella esperienza. Fu inoltre un formidabile strumento di propaganda e visibilità del Movimento, grazie anche all’alto livello provocatorio degli spettacoli. La «Serata futurista in guanti di daino» si svolge giovedì 24 maggio nella sede arcense del Museo Alto Garda, nella galleria civica «Segantini» a Palazzo dei Panni, protagonisti Roberto Floreani, Piergiorgio Piccoli e Roberto Napoletano, accompagnati dalle tastiere e dai «rumorismi» di Roberto Jonata. Allo spettacolo segue una visita guidata alla mostra «Composizioni astratte» (fino al 10 giugno a Palazzo dei Panni) assieme all'autore, Roberto Floreani. Solo per il giorno 24 maggio la galleria civica è aperta nell'orario speciale dalle 15.30 alle 23 (chiuso al mattino).
Comunicato stampa
07-05-2012
«INvento», il percorso allestito dal Museo Alto Garda appositamente per i più piccoli, integrato negli spazi espositivi per consentire ai bambini di visitare e vivere il museo spostandosi liberamente e in autonomia, e alle famiglie di offrire a sé e ai figli un'esperienza culturale in più, propone i «Laboratori di primavera»: da sabato 12 maggio a domenica 3 giugno quattro appuntamenti per divertirsi, imparare e fare esperienza. L’orario è sempre lo stesso: dalle 15.30 alle 17; l’età consigliata va dai 5 agli 11 anni. Ogni laboratorio può ospitare un numero massimo di 20 partecipanti. Per tutte le attività è gradita la prenotazione (tel. 0464 573869).
Comunicato stampa
03-05-2012
Non solo i tradizionali palazzi storici: Altogarda Cultura, il Servizio Attività culturali intercomunale di Arco e Riva del Garda, aderisce infatti all’iniziativa «Palazzi Aperti. I municipi del Trentino per i beni culturali» proponendo sabato 12 maggio la visita guidata al monastero di clausura delle Serve di Maria ad Arco (dalle 14 alle 17, gruppi di venti persone circa, partenza ogni mezz’ora in loco), in occasione del trecentesimo anniversario della morte della fondatrice, la mistica Maria Arcangela Biondini (una visita è anche in lingua inglese per ospiti stranieri, alle ore 14); e domenica 13 maggio a Riva del Garda due percorsi guidati con incursioni e animazioni a sorpresa tra gli edifici del potere al tempo del Principato vescovile con la storica Maria Luisa Crosina e l’attore comico Nicola Sordo (alle 15 e alle 17, gruppi di 25 persone, prenotazione obbligatoria entro le ore 17 di giovedì 10 maggio; solo in lingua italiana) che si conclude in Rocca con un momento di musica e letture, e con aperitivo rustico a cura del MAG. Informazioni: Altogarda Cultura, tel. 0464 583619 (sede di Arco) e 0464 573918 (sede di Riva del Garda, anche per iscrizione obbligatoria). Tutte le proposte sono gratuite (e si svolgono anche in caso di pioggia).
Comunicato stampa
30-04-2012
Una lunga serie di importanti ritrovamenti che si sono verificati negli ultimi anni ha permesso di acquisire una mole di informazioni e di dati, sulla cui scorta la preistoria dell’intero Alto Garda è stata in parte riscritta: da qui l’iniziativa del Museo Alto Garda che in collaborazione con la Soprintendenza per i beni librari archivistici e archeologici della Provincia autonoma di Trento propone in Rocca a Riva del Garda e a Palazzo dei Panni ad Arco «I venerdì dell’archeologia», un cartellone d’incontri a cadenza mensile per restituire alla collettività sia le novità, sia le conferme emerse soprattutto con gli scavi più recenti. Il primo appuntamento è venerdì 4 maggio con Cristina Bassi dell' Ufficio Beni archeologici provinciale che nella sala conferenza della Rocca illustra i risultati, di estremo interesse scientifico, delle ultime indagini sulla Riva del Garda dell’età romana. L’inizio degli incontri è alle ore 20.30, l’ingresso libero.