IT   EN   DE  

Dialoghi
Arco | Galleria Civica G. Segantini
12 ottobre - 5 novembre 2013 | Ore 18.00

Dialoghi si propone quale ambito di approfondimento delle tematiche indagate a livello artistico da Der Blitz.
L'intento di Dialoghi consiste nell'affiancare alle attività espositive, di ricerca e produzione, una costante riflessione sul contemporaneo, attraverso l'apporto di interlocutori che al contemporaneo guardano con criteri interpretativi che coinvolgono diversi campi di studio, dall'architettura all'urbanistica, dall'economia della cultura all'antropologia.



Vinesa 12 ottobre 2013
Alessandro Piangiamore TUTTO IL VENTO CHE C’È
In occasione del vernissage della mostra Tutto il vento che c'è, l'artista Alessandro Piangiamore illustrerà il progetto iniziato nel 2008, esteso con la sua residenza realizzata in varie zone del Garda da febbraio a ottobre 2013, che trova in questa esposizione il momento di restituzione al pubblico.
   
Vitta  15 ottobre 2013
Maurizio Vitta IL PAESAGGIO. UNA STORIA TRA NATURA E ARCHITETTURA
L’autore della pubblicazione Maurizio Vitta discuterà i temi affrontati nel suo libro edito da Einaudi assieme a Giovanni Maria Filindeu, architetto e docente a contratto di Progettazione ambientale presso l’Università di Sassari. Il paesaggio viene restituito alla sua immagine mutevole, punto d'incrocio di una fitta trama di tensioni culturali, riassunte nella sua qualità intrinsecamente estetica e progettuale, di cui l'arte e l'architettura si sono da sempre fatte carico.
   
Sanesi 22 ottobre 2013
Irene Sanesi MISURARE IL VALORE DEL MUSEO
L’autrice Irene Sanesi dialogherà con la Dirigente Area Servizi alla Persona e alla Comunità del Comune di Riva del Garda Anna Cattoi circa i temi della sua imminente pubblicazione, attorno alla valutazione degli intangibili come una delle sfide che interrogano il nostro tempo. Essa riguarda il mondo della cultura, ma anche quello delle imprese creative e più in generale il lavoro immateriale. Il museo, da sempre alle prese con il simbolico, può giocare un ruolo di primo piano nella descrizione del valore collettivo degli intangibili.
   
Brevini  26 ottobre 2013
Franco Brevini L’INVENZIONE DELLA NATURA SELVAGGIA. STORIA DI UN'IDEA DAL XVIII SECOLO A OGGI
A partire da un documento video, Franco Brevini, autore del libro edito da Bollati Boringhieri, inquadrerà storicamente il fascino che ancora oggi la natura selvaggia esercita su di noi. Vecchia quanto il mondo, la natura selvaggia guadagna la ribalta della scena culturale solo con la modernità. Muraglie di ghiaccio, forre paurose, montagne svettanti e acque abissali sono tenute a battesimo in epoca romantica da scrittori, pittori e filosofi, e continuano a proiettare il loro sublime artificio sull’esotismo di massa, sui viaggi estremi offerti in pacchetti dalle agenzie, sull'ecoturismo di nicchia, sull’avventura no-limits. Modererà l'incontro l'architetto Andrea Rigo.
   
Campomarzio  29 ottobre 2013
Campomarzio LEARNING FROM MAG
Il gruppo di giovani architetti Campomarzio presenterà, con il giornalista Stefano Ischia, una lettura del paesaggio urbano tra Arco e Riva del Garda, indagando il cordone ombelicale che lega ormai indissolubilmente queste due città.
L’intervento si articolerà attraverso un confronto e dibattito e un’indagine video-fotografica sulla strip (SP 118 e SS 45 bis) tra gli abitati di Arco e Riva del Garda: oggetto dell’indagine sarà la città lineare che su quella direttrice è cresciuta e sta tuttora crescendo, con le mille sfaccettature del suo modo di auto-comunicarsi.
   
Staniscia_small  5 novembre 2013
Giuseppe Scaglione, Stefania Staniscia IL PAESAGGIO NELLE CARTE. LIBRI COME ARCHITETTURE, PAGINE COME SPAZI ABITATI
L'incontro costituirà l'occasione per presentare due volumi che, con taglio diverso, affrontano il rapporto tra paesaggio e sistema costruito. Il primo, Cities in Nature, affronta la questione teorica e progettuale di un nuovo modo di pensare il rapporto tra città e sistemi naturali. Esito di una sperimentazione su un campione di città - prime per qualità della vita in Italia (Bolzano e Trento) - dentro il laboratorio di sostenibilità urbana, paesaggistica e ambientale delle Alpi, l’itinerario intreccia centri urbani, spazi pubblici, contesti naturali, infrastrutture e architetture, dal Lago di Garda fino a Innsbruck, concluso da un atlante internazionale di progetti green ed esperienze didattiche.
Il secondo, Paesaggi diversi (?), racconta un'esperienza di ricerca sull’evoluzione del paesaggio trentino e costituisce l’occasione per cominciare a fare il punto su possibili nuove modalità di affrontare lo studio del paesaggio. Il volume è un piccolo manuale pratico basato su un’esperienza di lavoro costruita con l’approccio del learning by doing dal quale ricavare idee su come fare ricerca su questo tema. Una sorta di libretto di istruzioni per interpretare i paesaggi e la complessità delle dinamiche che li caratterizzano. Oggetto del volume non sono gli esiti della ricerca ancora in corso, ma le modalità attraverso le quali essa è stata sviluppata, e le possibili applicazioni di queste a nuove ricerche.