Home
 
Spettacolo
Serata futurista in guanti di daino
Nuove significazioni della Luce, del Suono, del Rumore, della Parola di Roberto Floreani
MAG Riva del Garda, Museo
31/08/2012 ore 20:45
+

Serata futurista in guanti di daino

Il Museo di Riva del Garda ospita la mostra di Trilluci (Umberto Maganzini), artista futurista della prima ora e autore di testi poetici e Liriche simultanee futuriste. La Serata futurista in guanti di daino intende celebrare questo autore, del quale saranno declamati i testi e ricordare l’importanza che ebbero le Serate Futuriste per la conoscenza e la diffusione del messaggio e delle tematiche futuriste.

La Serata futurista (rappresentata dal 1910-1914) ha una straordinaria importanza nello scenario futurista. “La serata futurista è il luogo dove si rappresenta e si consuma la lotta tra i vecchi pregiudizi e i nuovi ideali estetici . E’ il moderno psicodramma, l’evento liberatore di nuove, vitali energie”. Non è quindi solo una messa-in-scena dei programmi futuristi, ma parte fondamentale dello sviluppo della poesia e della ricerca teatrale che tanto avrebbe attinto poi (in tutte le Avanguardie successive) a quella esperienza. Fu inoltre un formidabile strumento di propaganda e visibilità del Movimento, grazie anche all’alto livello provocatorio degli spettacoli.

La Grande Serata Futurista  è uno spettacolo d’intenso coinvolgimento emotivo. Si potrà assistere, in pieno stile futurista, a declamazioni,  improvvisazioni sonore e visive che faranno rivivere quel clima elettrico che pervase i teatri e le piazze di quel tempo.

Protagonisti della serata saranno Roberto Floreani , Piergiorgio Piccoli e  Anna Farinello accompagnati da Roberto Jonata al pianoforte e dalle percussioni e rumorismi di Luca Nardon.
.
E’ stata dedicata una grande attenzione alla selezione dei testi: saranno ricordati il futurista della prima ora Umberto Maganzini, nato a Riva del Garda nel 1893, protagonista della mostra al Museo, di cui saranno declamate Lirismo Simultaneità e alcune Liriche Teatrali, oltre al raro testo di Filippo Tommaso Marinetti Il Poema Veloce del Garda e alcuni passi del Manifesto della Donna Futurista di Valentine de Saint-Point, di cui quest’anno ricorre il centenario della pubblicazione. Per celebrare inoltre l’internazionalità del Futurismo verranno declamati alcuni passi significativi della Nuvola in Calzoni di Vladimir Majakovskij.

 

(In caso di pioggia lo spettacolo si terrà alla stessa ora nel sottotetto della Rocca)